AquiCosquin 2020 – Siamo sul palco con gli artisti!

Contenuti:

A Cosquin in una veste diversa

AquiCosquin! Siamo tornati a anche quest’anno al Festival Nacional de Folklore di Cosquin!

E’ dal 2017 che non me ne perdo uno e se volete delle informazioni sulla storia sul festival non potete perdere uno dei miei primi articoli a questo link. Come molti di voi sanno il mio viaggio nel folklore mi ha portata anche a lavorare come community manager del gruppo di Peteco Carabajal, Riendas Libres. Questo significa stargli appiccicata come un francobollo prima e dopo le loro performance ma anche accessi a luoghi in cui normalmente un giornalista o normale spettatore non avrebbe accesso e poi trovarsi tra le mani pass come quello che vedete in foto 😉

AquiCosquin pass artista

Il back stage prima dell’apertura, l’inno a Cosquin e qualche curiosità

Ecco quindi un pò del dietro le quinte del Festival Nacional de Folklore di Cosquin, specialmente nell’ambito dello scenario principale dedicato ad Atahualpa Yupanqui, nella piazza Prospero Molina! C’è fermento dietro al palco soprattutto prima della cerimonia d’apertura che si fa ogni sera. Tutte le sere infatti l’apertura del festival segue un rituale ben preciso, una voce fuori campo recita una presentazione che cambia tutti gli anni, (trovate quella attuale a questo link) mentre partono i fuochi d’artificio e successivamente inizia l’inno a Cosquin, interpretato ogni sera da un diverso “ballet”.

 

Il check sound con Peteco Carabajal e un giretto dietro al palco

Ma torniamo subito al topic di questo articolo, come già detto essere la community manager di un artista e dovergli stare incollata tutto il tempo ha i suoi risvolti positivi, infatti il video successivo l’ho girato proprio mentre si facevano le prove sul palco del Festival di Cosquin. Questo mi ha permesso di girare in lungo e in largo lo scenario con la luce del giorno e mostrarvi un pò di quello che c’è dietro. Mi sentirete parlare in spagnolo perchè al tempo ero anche corrispondente per un canale che si chiamava “Argentinos en Malaga” e facevo delle dirette specificatamente per loro ma ci sono i sottotitoli in italiano.

 

Mentre ero in viaggio raccontavo molto della mia quotidianità tramite i social, infatti la frenesia del Festival di Cosquin non ti permette tempi morti da dedicare con calma ai contenuti e mi trovavo spesso a fare dirette per raccontare dei momenti ed in qualche modo farvi viaggiare con me ed immergervi nell’atmosfera, se siete curiosi e avete pazienza, nei link che ci sono di seguito troverete del materiale interessante..

 

Condividi l'articolo
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su telegram
Potrebbe anche interessarti...
4 Novembre , 2019
Principale quotidiano di Santiago del Estero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.